Ambiente Salute e sicurezza sul lavoro Geologia e territorio Prevenzione Incendi Inizio attività Sistema di Gestione Aziendale Energia
Homepage
Qualità
Contatti
Dove siamo
Richiesta Informazioni
Stazione meteo
 

 

Area riservata
Username

Password




Ecosphera | Certificato Qualità

ECOSPHERA NEWS - PREVENZIONE INCENDI

D.P.R. 151/2011: obbligo di rivalutazione assoggettabilità a normativa prevenzione incendi

Il D.P.R. n. 151/2011, entrato in vigore il 7 ottobre 2011, introduce importanti elementi innovativi nella disciplina della prevenzione incendi rendendo in tal modo più snella e veloce l'azione amministrativa e maggiormente efficace l'operato di controllo dei Comandi provinciali, concentrando la gran parte delle verifiche tecniche sulle attività con rischio di incendio più elevato.

 

A tal fine il nuovo regolamento distingue le attività sottoposte ai controlli di prevenzione incendi in tre categorie A, B e C, elencate nell'allegato I al D.P.R. 151/11, assoggettate ad una disciplina differenziata in relazione al rischio connesso all'attività, alla presenza di specifiche regole tecniche e alle esigenze di tutela della pubblica incolumità.

 

Vengono quindi abrogati:

v  il D.P.R. 26 maggio 1959 n. 689, che nelle tabelle A e B riportava le aziende e le lavorazioni soggette al controlli dei vigili del fuoco ai fini della prevenzione incendi, ai sensi del D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547;

v  il D.M. 16 febbraio 1982, che nella tabella allegata conteneva l'elenco dei depositi e industrie pericolose soggetti alle visite ed ai controlli di prevenzione incendi, ai sensi dell'art. 4 della legge 26 luglio 1965 n. 966.

 

Di conseguenza, l’elenco delle attività è ora variato e può pertanto darsi che attività che fino ad ora non ricadevano nell’ambito di applicazione della normativa - e che quindi avevano dichiarazione di non assoggettabilità - ora vi ricadano o viceversa.

 

Trattasi di fattispecie che il D.P.R. analizza individuando la disciplina transitoria dei singoli procedimenti.

In particolare, le attività esistenti in precedenza non assoggettate ai controlli, che a seguito dell'entrata in vigore del nuovo regolamento risultano ora comprese nell'allegato I, devono espletare i prescritti adempimenti entro un anno dalla entrata in vigore del regolamento ovvero entro il 7 ottobre 2012.

Viceversa, nel caso in cui un'attività/azienda non sia più soggetta alla normativa di prevenzione incendi sarà utile produrre una dichiarazione di non assoggettabilità per comprovare l’avvenuta verifica, aggiornata ai sensi del predetto decreto.

 

Si precisa, infine, che il nuovo provvedimento prescrive per la quasi totalità delle attività una periodicità quinquennale per il rinnovo dell'attestazione di conformità antincendio, sottolineando le diverse casistiche in cui, allo stato attuale, può collocarsi un'azienda.

 

Ecosphera resta a disposizione per la verifica di assoggettabilità alla nuova normativa di prevenzione incendi, supportando le aziende nell'espletamento degli adempimenti dovuti.

 

 
Consulenza
Formazione
Indagini Tecniche
Altre Attività
 
Ultime notizie
NUOVA SEDE A SONCINO STAGE, TIROCINI FORMATIVI, ORIENTAMENTO LAVORO ED ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO ECOSPHERA NEWS: RIDUZIONE DEL TASSO DEL PREMIO DI PREVENZIONE - OT 24 ECOSPHERA NEWS: Obbligo valutazione rischi campi elettromagnetici

L'elenco di tutte le news pubblicate


realizzazione: - Siti web Bergamo - Privacy